La Carriera di consulente seo a Milano

Di articoli tecnici su cos’è il SEO e qual’è il significato dell’acronimo è saturo il web, pieno anche di articoli che spiegano in modo dettagliato tutto lo scibile attualmente disponibile (senza dimenticarsi di citare Panda, Pinguini e tutto lo zoo di Google), la realtà è che il SEO non è granché cambiato negli ultimi anni. E’ aumentata la complessità, certo. Ora è tutto più veloce e sfaccettato e ci sono molti aspetti del contenuto la cui ottimizazione richiede conoscenze specifiche, ma non è di questo che mi interessa parlare. Quello che vorrei fare è spiegare quale è stata la mia carriera di consulente seo Milano e cosa vuol dire fare SEO nel 2018.

Procederò quindi partendo dalla superficie…

SEO è ottimizzazione tecnica

E’ quel tipo di ottimizzazione venduta da chi fa i siti web:

“il nostro sito è search engine friendly e risponde a tutte le linee guida ufficiali di Google su come fare un sito leggibile dai motori di ricerca” (cit.)

E’ a questo livello che al momento si gioca la maggior parte della complessità del SEO attuale… è il livello dell’indicizzazione, dell’architettura del contenuto, del protocollo sitemap.xml, del markup semantico di Schema.org, degli header del server e di mille altri dettagli molto amati da chi si occupa di SEO come professione tecnica.E questa è la buccia, almeno per come viene percepita dai nostri clienti… l’attività di un tecno stregone che fa gli incantesimi ai siti internet. Ma c’è dell’altro sotto e lo sappiamo bene…

SEO è copywriting

E’ qua che viene creato il valore di un sito internet. La scrittura è il regno di Sua Maestà il Contenuto… una volta che il sito è tecnicamente pronto c’è poco da fare se non curare il contenuto, ampliarlo, approfondirlo. Anche qua il web è pieno di saggi consigli, best practices, fuffa, fino a vere e proprie bufale come la keyword density. Ci sarebbe molto da dire ma è quasi tutto già detto.

Seo è redazione di title e description

In questo il SEO non è mai cambiato: da che ho memoria un’attività di ottimizzazione comprende sempre la redazione di title e description, un testo estremamente concentrato, pensato per migliorare le posizioni, attirare lo sguardo ed invitare l’utente a cliccare. La mia carriera nel search marketing, come sono sicuro quella di moltissimi colleghi, è partita proprio da qui.

Ed allora come oggi la regola è sempre quella: costruisci title e description con le parole chiave…

SEO è analisi delle parole chiave

Inizia ad essere buio e freddo quaggiù… ma sento che siamo sulla strada giusta. Per scrivere un contenuto che renda in termini di SEO è indispensabile fare una corretta analisi delle parole chiave. Come farla e quali strumenti usare non è argomento che mi interessa affrontare ora, anche perchè è già stato trattato e cercando un poco si possono trovare diversi buoni articoli in merito senza pericolo di trovare fuffa o false informazioni perchè sono articoli scritti quasi sempre da addetti ai lavori.

Qualcuno potrebbe pensare di fermarsi qui… ma voglio avvisarlo che siamo nel territorio dei mostri degli abissi: è qui che si rischia di incontrare la Piovra del Posizionamento o il pesce lanterna del Ranking Report e solo i SEO più coraggiosi riescono a non farsi catturare dalle sirene del sensazionalismo a tutti i costi.

C’è dell’altro? Aspetta, c’è qualcosa che luccica sul fondo…

SEO è definizione del pubblico

Non di sole parole vive un SEO. Un’analisi di parole chiave rischia di essere gravemente inaccurata se prima non è definita con chiarezza la target audience, il nostro pubblico di riferimento.

Eccolo qua il nocciolo, il Challenger Deep del SEO contemporaneo. Dando per assodati gli aspetti tecnici, prima di pensare al contenuto, prima di redigere title e description, prima ancora di metterci a fare l’analisi delle parole chiave, è indispensabile avere chiaro in mente a chi ci stiamo rivolgendo.

Le persone per cui sto progettando o ottimizzando il mio sito, che persone sono? Che linguaggio parlano? Che cosa possono trovare interessante? Che cosa cercano su Google e come? Di più su posizionamento seo come funziona sulla nostra home page. Cosa potrebbe influenzare il loro processo decisionale di clic, di navigazione del sito, di acquisto?

Richiedi un preventivo seo online o vieni a trovarci in via ottorino respighi 11 Milano

Idee regalo consigliate per gli uomini

Regalare non è un compito facile. E se hai raggiunto questa pagina è perché non hai un quadro chiaro. Ma non ti preoccupare, di seguito troverae alcuni utili consigli per riuscire a trovare i migliori regali per lui che troverete su internet.
L’ideale è prendere queste decisioni in anticipo e non comprare la prima cosa che trovate. Ma ovviamente ci si pone la classica domanda da un milione di dollari: Che cosa donare? Non importa se il tuo regalo è rivolto a una persona molto esigente, difficile, giovane, anziano, o forse un ragazzo che ha già tutto.

Vi mostrerò 4 opzioni molto diverse in modo da avere un’idea generale del tipo di regalo che è possibile acquistare

Che cosa puoi regalare a un uomo?

Stai cercando un’opzione per il tuo partner, amico, fratelli, nonno, padre, cognato, o per un appassionato di moda, sport, tecnologia, giochi, ecc. Se stai cercando regali per lui, ecco alcune opzioni in modo da non cadere nella ridondanza, o addirittura acquistare le solite cose assurde per togliersi dai guai.

Dare un tocco personale al tuo regalo è importante, perché a volte è difficile capire ciò che il ricevente vorrebbe davvero ricevere…

Ecco un elenco per garantire il vostro successo:

  • Regali per ragazzi

Per i giovani la cosa più comune è di solito il computer, questi sono come un’estensione del loro corpo, la stessa cosa accade con i telefoni cellulari. Altri ragazzi amano avere accessori o gadget divertenti nella loro stanza, la maggior parte delle volte può essere una buona idea regalo acquistare poster o gadget riferiti a film cult del momento (STAR WARS, THE AVENGERS, TWILIGHT etc). Stessa tematica si adatta anche agli accessori come braccialetti o catene (se è il suo stile…), o se è un giocatore, le gamme di giochi sono infinite, oppure qualche consolle di sua scelta.

  • Idee regalo per gli appassionati di tecnologia

Se è un techie, i gadget tecnologici saranno molto apprezzati per lui. A questo proposito, un orologio intelligente sarebbe un’opzione eccellente. Se sai anche che è un fan di qualche marca, Apple o Samsung, avrete un quadro molto più chiaro. Se siete orientati su una scelta di questo tipo il top è l’Apple Watch(la Apple è il brand che ha lanciato per prima questo tipo di tecnologia, e i suoi prodotti sono quelli sempre all’avanguardia rispetto agli altri.

Un’altra delle grandi passioni dei techies, sono i telefoni cellulari di ultima generazione, tablet, cuffie o altoparlanti bluetooth. Di questi ultimi 2 raccomando il marchio Bose, sono davvero buoni, anche se non così a buon mercato.

  • Per chi ha a cuore la propria immagine

La cosa più semplice è regalare un profumo, questo rappresenta il dono classico per gli amanti della bellezza. Non importa se ha 30, 40 o 60 anni, il profumo è il dono che solitamente si apprezza.

Questi tipi di persone sognano di avere 2 o 3 profumi preferiti, toccherà a voi scoprire le marche. Se ancora non siete sicuri, vi consigliamo di acquistare un kit. Tipicamente questi kit, o trattamenti, includono una crema anti-età, olio per il viso secco con vitamine per idratare la pelle delicata dopo la cura, e una colonia. Ne esitono molte varietà, di solito sono molto pratiche e a buon mercato.

  1. Moda Uomo

Se è una persona elegante, si dovrebbe essere consapevoli delle sue preferenze: il tipo di camicie che indossa, pantaloni, cravatte, ecc. Ci sono opzioni davvero incredibili nel campo della moda per uomo, e non sarà difficile trovare delle proposte molto eleganti e adatte ai suoi gusti.

Conclusioni

Dobbiamo tenere presente che il vero amore è dimostrato dai piccoli gesti della vita quotidiana e ricordando a quella persona speciale di tanto in tanto che cosa significa per noi, e che non fa mai male sorprenderla con un dono, un buon regalo, c’è sempre una buona possibilità di scelta, il punto è saperla trovare.